mercoledì 18 aprile 2012

Del Piero e il suo mancato rinnovo

Alessandro Del Piero alla fine di questa stagione agonistica, non si vedrà rinnovato il contratto dalla Juventus, eppure ancora oggi a 37anni suonati, ritengo che sia meglio di tanti degli  altri attaccanti che il club bianconero ha in rosa, ma alla dirigenza questo interessa poco, impietosa e irrispettosa pensa soltanto a tagliare un contratto, senza alcun rispetto e senza alcuna riconoscenza per un'icona sia del calcio italiano, ma in via primaria un'icona della Juventus un giocatore che ha legato in maniera inscindibile il suo nome a quello della società torinese e adesso che vorrebbe e dovrebbe chiudere la carriera forse tra uno o due anni, la dirigenza gli chiude le porte in faccia, come si fa con un qualcosa che è oramai vecchio e non serve più, in realtà Del Piero ha dimostrato di non essere un rottame anzi è stato decisivo quando è stato chiamato in causa, un campione che ancora non ha gettato la spugna e non ha intenzione di gettarla anche se la sua società gli ha ormai indicato la via, si la via lontano da Torino, lontano da quella amata Juventus che ha condotto ad indimenticabili successi, ma questo è ormai lo sport gli interessi hanno ucciso i miti, hanno ucciso i simboli dello sport e questo a mio avviso non va bene per niente.

venerdì 6 aprile 2012

Uefa Champions League ed Europa League semifinali

Stiamo per giungere alla fase finale delle competizioni continentali per club e possiamo tirare già un pò di somme, possiamo sicuramente affermare che il calcio spagnolo vive un grande momento e questo vale tanto per la nazionale campione di tutto e tanto per le squadre di club assolute protagoniste di questa stagione, è mostruoso pensare che delle 8 semifinaliste totali tra Champions League ed Europa League 5 siano spagnole, dimostrazione di superiorità sia per quanto riguarda i talenti di casa con ottimi settori giovanili sia per quanto riguarda gli investimenti del mercato insomma mi sembra che in Spagna con il pianeta calcio stiano lavorando particolarmente bene. Bocciate ovviamente le formazioni italiane e comunque a me pare che il campionato italiano sia particolarmente scarso non di certo al livello di quello che era considerato il campionato più forte del mondo qualche anno fa, bocciate le inglesi e salvate parzialmente solo dal Chelsea che sfiderà i campioni in carica del Barcellona in quello che sembra uno scontro impossibile per i londinesi anche se personalmente credo che daranno grosso filo da torcere ai catalani. Bayern Monaco-Real Madrid sembra molto incerta come sfida con gli spagnoli leggermente favoriti forsanche perchè guidati da un Mourinho che oramai è una icona del nostro calcio, si sembra ipotizzabile una finale tutta spagnola con uno scontro epico tra catalani e castigliani ma ancora è presto per dare per morti Chelsea e Bayern, che in ogni caso hanno uomini di grande carisma ed esperienza e venderanno cara la pelle fino all'ultimo secondo di gioco.
In Europa League è oramai un discorso iberico con 3 spagnole ed una portoghese in gioco Atletico Madrid-Valencia e Sporting Lisbona-Athletic Bilbao sono le semifinali e credo che le possibilità siano più o meno simili per tutte e quattro le compagini, anche se penso che alla fine sarà una spagnola a vincere, la mia opinione è che alla fine vedremo una finale molto "atletica" e bianco rossa con lo scontro tra castigliani e baschi.

Final Four Eurolega(basket)

Si è concluso ieri sera l'ultimo playoff dei quarti di finale di Eurolega che vedeva opposti i campioni in carica del Panathinaikos di coach Obradovic contro nientemeno che i vice campioni del Maccabi Tel Aviv di coach Blatt. La partita è stata bellissima e nonostante svariati allunghi dei greci fino anche al +12 la compagine israeliana è riuscita sempre a rientrare fino all'incredibile finale deciso praticamente all'ultimo secondo quando Burstein del Maccabi con 5 secondi sul cronometro non è riuscito a passar palla e ha consegnato le final four ai greci. Adesso i campioni in carica se la vedranno con quella che da tutti è considerata la squadra favorita ossia il Cska Mosca di coach Kazlauskas e della superstella di spessore Nba Andrei Kirilenko, nell'altra semifinale saranno opposti il Barcellona di Juan Carlos Navarro contro la solida compagine del Pireo l'Olympiacos di coach Ivkovic. E' interessante notare la presenza di due compagini elleniche alle finali, anche perchè quest'anno entrambe le società hanno ridotto il loro budget a causa di problemi economici legati alla crisi greca, questo comunque non ha di certo impedito alle due società di presentare due formazioni agguerrite e competitive capaci di presentarsi fino all'ultimo atto della manifestazione.
E adesso appuntamento alla Sinan Erdem Arena ad Istanbul che dall'11 al 13 maggio ospiterà le final four che incoroneranno la regina d'Europa.

martedì 3 aprile 2012

Il Libero più forte di ogni tempo

La ricerca dei giocatori per ruolo più forti di ogni tempo continua con il ruolo che più si trova a contatto con il portiere, ossia quello del libero, si potrà dire che al giorno d'oggi questo ruolo non esiste più, ed è pur vero in qualche modo ma non potevo non includerlo nei ruoli di sempre anche perchè ci sono stati supercampioni come Franz Beckenbauer , Franco Baresi e Gaetano Scirea in questo ruolo e così ho voluto includerlo comunque in questa ricerca della squadra ideale di sempre. Questo ruolo ormai in disuso fu inventato dall'allenatore della Salernitana, nella stagione agonistica 1947-48, Gipo Viani il quale riteneva la propria squadra, neopromossa in serie A, abbastanza debole per il torneo e allora volle rafforzare la difesa schierando un difensore senza compiti di marcatura alle spalle dei difensori marcatori, rinunciando ad un attaccante, con la speranza di conseguire la salvezza che in realtà poi sfumò per un solo punto, in ogni caso da allora il ruolo si diffuse e fu alla base del cosiddetto e tanto stereotipato modulo all'italiana o catenaccio. Ci sono stati molteplici ottimi interpreti di questo ruolo che poi rappresenta un vero e proprio regista difensivo oltre che l'ultima barriera della linea difensiva, inizierò con il presentare Mauro ultimo difensore del grande Brasile di Pelè e successivamente quello che forse è da tutti considerato il leader assoluto nel ruolo, anche se a mio avviso sarà molto difficile scegliere tra "kaiser" Franz Beckenbauer e il nostrano Franco Baresi, oltre al compianto Scirea, che credo siano stati i migliori interpreti nel ruolo in assoluto, ma è ovvio che questa è solo una mia considerazione, resta ai votanti l'arduo e ingrato compito di scegliere il vincitore di questo sondaggio. E adesso andiamo a conoscere nello specifico: