venerdì 17 gennaio 2014

Morto il leggendario Hiroo Onoda

Aveva 91 anni, si è spento Giovedì 16 gennaio in un ospedale di Tokyo dove era ricoverato, era stato uno degli ultimi giapponesi ad arrendersi nella seconda guerra mondiale, infatti lo fece solo nel 1974 dopo ben 29 anni dalla fine ufficiale del conflitto.  Distaccato sull'isola di Lubang nelle Filippine fu uno dei pochi sopravvissuti del contingente nipponico agli scontri avvenuti sull'isola nel 1945, in realtà rimasero soltanto in 4, uno di loro, Yuichi Akatsu si arrese nel 1949, gli altri perirono susseguentemente, negli scontri con le popolazioni locali, nel 1954 Shoichi Shimada e nel 1972 Kinshichi Kozuka, Onoda come i suoi compagni non sapeva che la guerra fosse finita e aveva continuato negli anni le operazioni di sabotaggio nei confronti della popolazione locale, soltanto nel 1974 fu rintracciato e convinto da un suo superiore che la guerra era finita e quindi a rientrare in patria. Fu accolto con tutti gli onori e considerato un eroe nazionale, Onoda poco dopo si trasferì in Brasile, come precedentemente aveva fatto il fratello, a quanto pare non riusciva ad riadattarsi allo stile di vita giapponese, in seguito ritornerà in Giappone dopo 15 anni. Nel 1996 ritornò a Lubang per donare ad una scuola elementare locale la somma di 10.000 dollari.

Nessun commento:

Posta un commento