venerdì 6 marzo 2015

La distruzione di Nimrud

A quanto pare l'antica città Assira di Nimrud è stata letteralmente rasa al suolo dalle orde barbariche del Califfato o Isis che dir si voglia, un patrimonio dell'umanità che scompare per l'imbecille follia ignorante di deliranti islamisti, un pezzo di storia, di arte, di cultura, una memoria memorabile che brutalmente scompare, stuprata dal degrado e dall'ignoranza, vittima dell'idiozia religiosa di taluni balordi che combattono in nome di non si sa quale delirante divinità, l'unica certezza che rimane a noi esseri senzienti è che scompare Nimrud e questo fa male, scompaiono i suoi monumenti, i suoi palazzi, le sue sculture, scompare un pezzo d'Assiria che non doveva affatto sparire. Credo che questo debba far riflettere, anni fa a pagare la demenza ignorante di alcuni gruppi fondamentalisti furono i grandi Buddha di Bamiyan in Afghanistan, oggi è Nimrud e domani quale scempio verrà perpetrato in nome della bieca grettezza e follia parareligiosa?! Quale sarà la vittima del fondamentalismo gretto e ignorante?! Non lo sappiamo ma credo che bisognerebbe fare qualcosa per impedire il ripetersi di simili barbarie anche se questo non sembra molto interessare i cosiddetti paesi esportatori di "democrazia".

giovedì 5 marzo 2015

L'informazione disinformata

In Italia continuo a sentire nei telegiornali e nelle trasmissioni di attualità di vari casi di cronaca nera che evidentemente tengono in apprensione l'opinione pubblica nazionale con le loro consuete banalità e ovvietà, la curiosità imbecille degli imbecilli alla ricerca di un nuovo mostro della porta accanto, viene così biecamente e subdolamente alimentata, così da distogliere l'opinione pubblica, già di per se distratta, dai veri problemi della nazione, che poi sono sempre i soliti, si,  la disoccupazione, la distruzione del sistema produttivo, la corruzione dilagante, l'imbecillità diffusa, l'ignoranza tracotante e così via, i reali problemi politico sociali passano in secondo piano e perchè mai la gente si dovrebbe interessare della gestione e conservazione della cosa pubblica, alla gente interessa sapere altro, cosa si nasconde dietro l'uccisione del bambino Y o della donna X o del marito Z. Il torpore dell'italiano medio è oramai assoluto non sembra possibile il ridestarsi dalla più totale cecità comprensiva e così continuando non so fino a che punto si potrà arrivare ma di certo il futuro mi sembra assai preoccupante.