mercoledì 27 maggio 2015

Europa League: Atto finale.

Questa sera a Varsavia sarà l'atto finale per la stagione 2014\15 della Coppa Europa League con la sfida tra i campioni uscenti e 3 volte vincitori del Siviglia e i sorprendenti ucraini del Dnipro alla prima finale in una competizione europea. Le sorti della finale sembrerebbero scontate con gli spagnoli che partono nettamente favoriti e gli ucraini che sembrano destinati al ruolo di vittima sacrificale, ma nello sport nulla è scontato e la formazione ucraina può contare su una certa solidità difensiva contrapposta però alla grande aggressività e propositività degli spagnoli che al contrario risultano essere una squadra abbastanza offensiva come interpretazione del gioco. In ogni caso questa sera sarà una serata storica dal momento che se il Siviglia vincesse la coppa, conquisterebbe la quarta Coppa Europa League conseguendo il primato di vittorie della manifestazione in solitario e staccando Juventus, Inter e Liverpool che insieme agli spagnoli hanno vinto per tre volte la competizione; nel caso di vittoria del Dnipro sarebbe la prima vittoria del club ucraino di una competizione europea.
Il Dnipro è arrivato alla finale superando nel Play-off i croati dell'Hajduk Spalato vincendo 2-1 in casa e pareggiando 0-0 in trasferta, sorteggiato nel Girone F insieme a Inter, Qarabag e Saint-Etienne si è qualificato al secondo posto dietro l'Inter con questi risultati: Dnipro-Inter 0-1; Saint-Etienne-Dnipro 0-0; Dnipro-Qarabag 0-1; Qarabag-Dnipro 1-2; Inter-Dnipro 2-1; Dnipro-Saint-Etienne 1-0. Nei sedicesimi di finale il Dnipro era contrapposto ai greci dell'Olympiakos del Pireo che venivano sconfitti 2-0 in casa e pareggiando il ritorno per 2-2; negli ottavi il Dnipro riusciva a superare gli olandesi dell'Ajax grazie alla regola dei gol in trasferta vincendo 1-0 in casa e perdendo dopo i tempi supplementari per 2-1 in Olanda; nei quarti di finale gli ucraini si vedevano contrapposti ai belgi del Club Bruges e qualificandosi pareggiando per 0-0 in Belgio e prevalendo per 1-0 in Ucraina; nelle semifinali il Dnipro incontra il Napoli riuscendo a pareggiare 1-1 al San Paolo di Napoli per poi vincere in casa per 1-0 ottenendo lo storico pass per la finale.
Il Siviglia iniziava la competizione direttamente dai gironi e veniva inserito nel Girone G insieme a Feyenoord, Rijeka e Standard Liegi e si qualificava ai sedicesimi come secondo classificato del gruppo alle spalle degli olandesi del Feyenoord con questi risultati: Siviglia-Feyenoord 2-0; Rijeka-Siviglia 2-2; Standard Liegi-Siviglia 0-0; Siviglia-Standard Liegi 3-1; Feyenoord-Siviglia 2-0; Siviglia-Rijeka 1-0. Nei sedicesimi il Siviglia superava i tedeschi del Borussia Moenchengladbach vincendo entrambe le partite 1-0 in casa e 3-2 in Germania; negli ottavi di finale il Siviglia affrontava il Villareal in un derby spagnolo e passava il turno vincendo ancora entrambe le partite per 3-1 a Villareal e per 2-1 in casa; nei quarti di finale gli spagnoli si vedevano opposti ai russi dello Zenit San Pietroburgo e si qualificavano vincendo per 2-1 in casa e pareggiando 2-2 al ritorno; in semifnale il Siviglia travolgeva la Fiorentina vincendo per 3-0 in casa e 2-0 a Firenze e conquistando una meritata finale.