sabato 19 settembre 2015

La Giustizia dei Sauditi

Ho letto nella giornata di oggi, sul sito della Rai, Rainews.it,  di una sentenza emessa da un tribunale di Gedda in Arabia Saudita nei confronti di un giovane che nel 2012 partecipò ad una manifestazione antigovernativa. Questa sentenza che noi Occidentali potremmo definire quantomeno "originale" prevede la decapitazione e la successiva crocifissione pubblica del poveretto. Il "criminale" al tempo dei fatti aveva 17 anni. Questa pena esemplare per aver partecipato ad una manifestazione antigovernativa, ossia per aver pubblicamente esposto il suo dissenso nei confronti del governo del paese. Certamente questi Sauditi sembrano davvero suscettibili. Certamente hanno una visione del potere quantomeno assoluto, tirannico e dispotico e il rispetto dei diritti umani sembra davvero mancare del tutto. Sembra strano che al giorno d'oggi che ci siano paesi, che tra l'altro sono paesi "amici" degli Occidentali, e nello specifico parecchio amici degli Americani, nei quali si possa finire con la testa tagliata per aver manifestato opinioni diverse da quelle di chi comanda. E invece e così e non si sa se ci sarà qualcuno nel mondo che si indignerà per questo o che farà finta di indignarsi. L'unica cosa che sembra certa è che un libero pensatore e oppositore del nefasto regime Saudita perderà la testa. La perderà per aver perseguito i propri ideali e le proprie ragioni, la perderà da uomo libero, da martire della libertà di pensiero e d'espressione. All'Occidente tutto questo non interessa. Il destino di un singolo uomo non può interessare a meno che non ci siano in ballo milioni di dollari o di euro. Credo che un paese civile e che si fonda sulla libertà e autonomia dell'individuo debba prendere le distanze e prenderle nettamente da certi paesi Canaglia. Anche se già so che non lo faranno in nome del Dio denaro e del Capitalismo che lo rappresenta, perché l'unico vero valore è questo per l'Occidente, l'unico grande valore e il Capitalismo e tutto quello che lo rappresenta. E allora magari qualcuno farà finta di indignarsi ma niente cambierà le cose e l'orrore sarà perpetrato e continuato con il beneplacito del democratico Occidente.

Nessun commento:

Posta un commento