venerdì 25 settembre 2015

Strage alla Mecca

Ben 717 morti e 863 feriti alla Mecca durante l'annuale pellegrinaggio dei musulmani, l'Hajj, di tutto il mondo nella città santa dell'Islam.
Sembra quasi il bilancio di un conflitto bellico e invece è il tragico resoconto di una giornata andata storta. La gente è morta nella calca. Certo ci sono milioni di pellegrini ed è evidente che controllare l'ordine pubblico risulta difficile in ogni caso. Il principe ereditario saudita Nayef bin Mohammed ha aperto un'inchiesta per verificare le responsabilità dell'accaduto. Il massimo rappresentante della Chiesa cattolica ossia il Papa Francesco ha espresso la sua vicinanza ai fratelli musulmani.
Forse bisognerà pensare di attuare un maggiore controllo sul movimento dei pellegrini in futuro. Non si può lasciare senza controllo o con un controllo non adeguato una massa così enorme di gente. Ci vuole poco in simili situazioni a scatenare il panico e con esso delle immani tragedie come questa. 

Nessun commento:

Posta un commento