venerdì 1 aprile 2016

L'aria verrà presto privatizzata.

Dopo il tentativo di privatizzare l'acqua peraltro fallito, adesso il governo italiano ci riprova, stavolta nel mirino è entrato un altro bene primario e fondamentale come l'aria
Ancora non sono chiare le modalità di privatizzazione di questo bene primario fondamentale. Di sicuro vi è la ferma volontà di procedere a questo nuovo passo che percorre la strada del liberalismo più sfrenato. Certamente ogni cittadino si vedrà recapitata a casa una bolletta per il consumo dell'aria. Si ipotizza un calcolo forfettario del canone dovuto alle aziende che avranno le concessioni in appalto dallo Stato. Si ipotizza peraltro che per i cittadini in possesso di conto corrente bancario il pagamento potrebbe essere fatto in automatico, cioè con il prelievo, quasi forzoso, a favore delle aziende concessionarie della gestione dell'aria. Per il momento questo è quello che ci è dato sapere. Spero di aggiornarvi in futuro sullo stato delle cose.

Nessun commento:

Posta un commento