domenica 19 giugno 2016

Un paese che non cresce

Sento spesso in TV l'affermazione "gli italiani non fanno più figli". Ora a livello pratico non so se realmente sia una affermazione vera, falsa o parzialmente vera o parzialmente falsa. Quello che mi fa pensare e che insieme a questa affermazione si sostiene sostanzialmente che gli stranieri servono alla crescita demografica del nostro paese. Come se vi fosse un bisogno della crescita demografica. Come se sessanta milioni di italiani non fossero anche troppi. E soprattutto visto che vi è un chiaro problema occupazionale non si riesce a capire la logicità e la necessità di una crescita demografica.
Gli italiani forse non faranno figli. Ma come mai non dicono mai il reale perché di questo fatto. A me sembra logico che essendoci una sempre maggiore instabilità lavorativa e mancando un chiaro salvagente sociale come il reddito di cittadinanza, peraltro presente negli altri paesi avanzati dell'Unione Europea, gli italiani siano impossibilitati a riprodursi. In quanto mettere al mondo un figlio ha un costo. Dall'altro gli stranieri anche con redditi  precari non si fanno problemi nel mettere al mondo dei figli ma questa condizione dipende dalla loro cultura. E' gente che viene da paesi molto poveri e che si adatta alla meglio. Sopravvivono magari in condizioni che una famiglia italiana non sarebbe disposta a tollerare. Questa secondo me è la vera ragione del fenomeno. Allo stato attuale questo paese non ha affatto bisogno di una crescita demografica. Il bisogno del paese è quello di una stabilità economica per i cittadini.

Nessun commento:

Posta un commento